Bando ISI 2018: quasi 370 milioni di euro per migliorare i livelli di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro

Obiettivo
Il Bando Isi 2018, promosso dall’INAIL ha come obiettivo:
  • La realizzazione di interventi volti a migliorare i livelli di salute e sicurezza sul luogo di lavoro.
  • Abbattere le emissioni inquinanti grazie a nuovi macchinari, ridurre il livello di rumorosità e di rischio infortunistico o quello derivante dallo svolgimento di operazioni manuali delle microimprese e piccole imprese nel settore della produzione agricola primaria dei prodotti agricoli
     
Finanziamenti
Sono previsti quasi 370 milioni di euro in finanziamenti, suddivisi in 5 Assi di finanziamento, differenziati in base ai destinatari.
I finanziamenti sono a fondo perduto e sono assegnati fino a esaurimento delle risorse finanziarie, secondo l’ordine di ricezione delle domande.
 
Asse 1
I soggetti beneficiari dei finanziamenti per i progetti di investimento e per i progetti per l’adozione di modelli organizzativi e di responsabilità sociale sono le imprese, anche individuali, ubicate nel territorio nazionale e iscritte al registro delle imprese o all’albo delle imprese artigiane. 
Non riguarda, invece, le micro e piccole imprese, anche individuali, che operano:
  • nel settore Tessile-Confezione-Articoli in pelle e calzature e Pesca
  • nella produzione agricola primaria di prodotti agricoli
     
Asse 2
I soggetti che sono destinatari dei finanziamenti per i progetti di riduzione del rischio da movimentazione manuale sono:
  • le imprese, anche individuali, iscritte al Registro delle Imprese o all’albo delle imprese artigiane, ubicate sul territorio nazionale e in possesso dei requisiti indicati dall’Avviso pubblico ISI 2018
  • gli Enti del terzo settore, con i requisiti indicati dall’Avviso pubblico ISI 2018
     
Sono escluse le micro e piccole imprese, anche individuali, operanti:
  • nella Pesca, Tessile-Confezione-Articoli in pelle e calzature
  • nel settore della produzione agricola primaria e dei prodotti agricoli.
     
Asse 3
I soggetti destinatari dei finanziamenti di bonifica da materiali contenenti amianto sono:
  • le imprese, anche individuali, ubicate su tutto il territorio nazionale iscritte al registro delle imprese o all’albo delle imprese artigiane, in possesso dei requisiti di cui all’Avviso pubblico ISI 2018.
Sono escluse:
  • le micro e piccole imprese, comprese quelle individuali, operanti nel settore della produzione agricola primaria dei prodotti agricoli.  
     
Asse 4
Per progetti per micro e piccole imprese in alcuni settori di attività i soggetti destinatari devono essere: micro e piccole imprese, anche individuali iscritte alla Camera di commercio industria, artigianato e agricoltura, con i requisiti di cui all’Avviso pubblico ISI 2018, nei settori di Pesca, Tessile-Confezione-Articoli in pelle e calzature.
 
Asse 5
Per le micro e piccole imprese i soggetti beneficiari dei finanziamenti sono micro e piccole imprese nella produzione agricola primaria di prodotti agricoli, iscritte alla sezione speciale del Registro delle Imprese o all’Albo delle società cooperative di lavoro agricolo, con i requisiti di cui all’Avviso pubblico ISI 2018 e in possesso della qualifica di imprenditore agricolo (in base all’art. 2135 del c.c.) e titolari di partita IVA in quanto impresa individuale, società agricola, società cooperativa. 

Le imprese destinatarie dell’Asse 5.2 devono avere al loro interno giovani agricoltori.
Per l’ammissibilità è necessario raggiungere un punteggio minimo di 120, determinato da:
  • Dimensione aziendale rapportata al fatturato
  • Posizione assicurativa territoriale
  • Eliminazione o riduzione dei principali rischi.
     
Spese ammissibili
Le spese ammissibili sono:
  • spese necessarie alla realizzazione del progetto
  • spese accessorie o strumentali funzionali a realizzare il progetto
  • spese tecniche assimilabili
Il progetto è da realizzarsi entro 12 mesi dalla data di ricezione, da parte dell’INAIL, della comunicazione.
 
Agevolazioni
È concesso un finanziamento nella misura del 65% in conto capitale alle imprese destinatarie degli Assi 1, 2, 3.
Per le imprese fino a 50 dipendenti che presentano progetti per l’adozione di modelli organizzativi e di responsabilità sociale non è fissato il limite minimo di finanziamento.
Il finanziamento massimo erogabile è tra 5000 euro e 130 mila euro.
Non è fissato il limite per le imprese con un massimo di 50 dipendenti con progetti per l’adozione di modelli organizzativi e responsabilità sociale.

Per i progetti destinatari dell’Asse 4 è concesso un finanziamento in conto capitale del 65% sull’importo delle spese ammissibili
Il massimo del finanziamento erogabile è 50.000 euro, il minimo è 2.000 euro.

Per i progetti beneficiari dell’Asse 5 è concesso un finanziamento in conto capitale del 40% per le imprese agricole e il 50% per i giovani agricoltori

L’importo delle spese ammissibili deve essere compreso tra 1.000 e 60.000 euro.
 
Domanda
La domanda è compilabile dall’11 aprile 2019 fino alle 18:00 del 30 maggio 2019. I contributi oggetto del bando sono concessi attraverso una valutazione tramite sportello.
 
 
 
In collaborazione con:  
 
Confimi Industria Monza Brianza - Via Locarno, 1 - 20900 Monza (MB), Italia - T +39 0399650018 - info@confimimb.it - C.F. 80023450168 - Cookie Policy

Torna in cima