BANDO DIGITAL TRASFORMATION, il bando

Viviamo in un’era che di certo lascerà un segno indelebile per tutti noi, l’era della Trasformazione Digitale. Sempre più spesso si sente parlare di Digital Transformation, una trasformazione che tocca ambiti e ambienti differenti come aziende, processi, organizzazioni, tecnologia e molto altro ancora.
 
Cos’è la Digital Transformation?
Con il termine digital transformation (in italiano trasformazione digitale) si indicano un insieme di cambiamenti prevalentemente legati al mondo della tecnologia, cultura, organizzazioni, aziende associati con le applicazioni di tecnologia digitale, in tutti gli aspetti della società umana.
Agendo su questi elementi la digital transformation va oltre la semplice adozione di nuove tecnologie e permette di
  • erogare servizi,
  • fornire beni,
  • far vivere esperienze,
  • trovare, elaborare e rendere accessibili grandi quantità di contenuti indipendentemente dalla reale disponibilità di risorse (umane, materiali, intellettuali ed economiche, ecc.), creando pervasivamente nuove connessioni tra persone, luoghi e cose.
Il processo di digital transformation o trasformazione digitale è abilitato dallo sviluppo di nuove tecnologie, esso integra e coinvolge tutto l’ecosistema toccato dal processo, incentivando la trasparenza, la condivisione e l’inclusione di tutti i partecipanti.
Questo processo applicato al mondo aziendale permette di agevolare, migliorare e monitora processi e flussi. A tal proposito per incentivare questo importante processo di Trasformazione Digitale il MISE ha emesso un bando a sostegno delle PMI che hanno piani di investimento in ottica Impresa 4.0
Il bando MISE Digital Transform è rivolto a tutte le PMI presenti sul territorio nazionale ed è erogato dal Ministero dello Sviluppo Economico.
Nel dettaglio ne possono usufruire Micro, Piccole e Medie Imprese che
  • son iscritte e attive nel Registro imprese con almeno 2 bilanci approvati e depositati;
  • operanti prevalentemente nel settore manifatturiero o nel settore dei servizi diretti al manifatturiero;
  • con ricavi delle vendite e prestazioni dall’ultimo bilancio approvato e depositato ≥ 500.000,00 euro
  • non sottoposte a procedura concorsuale;
  • non in stato di fallimento, di liquidazione anche volontaria, di amministrazione controllata, di concordato preventivo o in qualsiasi altra situazione equivalente secondo la normativa vigente.
L’incentivo presenta una complementarietà con le collaudate misure a sostegno della trasformazione tecnologica e digitale delle imprese italiane.
In particolare l’agevolazione così strutturata supporta gli investimenti in processi di digitalizzazione e in programmi di riorganizzazione delle imprese con adozione di tecnologie all’avanguardia, benché già esistenti sul mercato, secondo il paradigma “Impresa 4.0”; progetti di per sé esclusi, salvo presentino elementi di innovazione nel settore di riferimento, dal credito d’imposta R&S in base alla risoluzione AdE 46/E/2018 e alla più recente risoluzione AdE 40/E/2019.
 
 
 
In collaborazione con:  
 

Torna in cima