SERVIZIO DICHIARAZIONE AMBIENTALE MUD 2019 - Scadenza posticipata al 22/06/2019

È stato pubblicato sul Supplemento Ordinario n. 8 della Gazzetta Ufficiale, 22 febbraio 2019, n. 45, il Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri, 24 dicembre 2018, recante «Approvazione del modello unico di dichiarazione ambientale per l’anno 2019» (Mud 2019) con le relative istruzioni che  sostituisce il vecchio modello allegato al Dpcm del 28 dicembre 2017 e proroga il termine ultimo per l’invio delle dichiarazioni per l’anno precedente al 22 giugno 2019, rispetto alla tradizionale scadenza del 30 aprile di ciascun anno, per tutte le tipologie di RIFIUTI PERICOLOSI e per i RIFIUTI NON PERICOLOSI (questi ultimi solo per le imprese che abbiano più di 10 dipendenti).
 
Elenco della DOCUMENTAZIONE DA INOLTRARE A CONFIMI SERVIZI ENTRO IL GIORNO 11 GIUGNO 2019
  • Copia frontespizio del Registro carico-scarico rifiuti speciali e registrazioni fatte dal 1.1 al 31.12.2018;
  • Copie formulari di identificazione trasporto relativi ai rifiuti speciali (dal 1.1 al 31.12.2018);
  • Copia eventuali certificati di analisi dei rifiuti speciali;
  • Totale addetti 2018 (numero medio);
  • Eventuali variazioni nell’anagrafica aziendale rispetto alla precedente dichiarazione (numero REA, codice ISTAT, indirizzo produzione rifiuti, indirizzo sede legale, nominativo rappresentante legale).
  • Solo per i nuovi aderenti al servizio: copia integrale della denuncia relativa all’anno 2018 (presentata nel 2019).
     
 
ATTENZIONE! Non inviare gli originali
 
 
 
Scarica file: Modulo MUD

Torna in cima