Voucher Internazionalizzazione – 2017

Confimi Industria Monza e Brianza con la società di servizi CONFIMI SERVIZI SRL è tra le società accreditate dal Ministero per fornire servizi d’internazionalizzazione alle aziende beneficiare del voucher sotto riportato.
 
Grazie alla nostra rete di Temporary Export Manager, altamente qualificata e diversificata per settore merceologici, siamo in grado di offrire alle aziende un concreto servizio specializzato nella ricerca di clienti esteri.
 
Nell’ambito del Piano di promozione straordinaria del Made in Italy il Ministero dello Sviluppo Economico ha definito le modalità per la concessione di contributi a fondo perduto, sotto forma di voucher, finalizzati a sostenere le PMI e le reti di imprese nel loro processo di internazionalizzazione.
 
TIPOLOGIE DI AGEVOLAZIONI
  • Voucher “early stage”: Voucher di importo pari a 10.000 euro a fronte di un contratto di servizio pari almeno a 13.000 al netto di IVA. Il contratto di servizio, stipulato con uno dei soggetti iscritti nell’elenco società di TEM del Ministero, dovrà avere una durata minima di 6 mesi. Il voucher è pari a 8.000 euro per i soggetti già beneficiari a valere sul precedente bando (DM 15 maggio 2015).
  • Voucher “advanced stage”: Voucher di importo pari a 15.000 euro a fronte di un contratto di servizio pari almeno a 25.000 al netto di IVA. Il contratto di servizio, stipulato con uno dei soggetti iscritti nell’elenco società di TEM del Ministero, dovrà avere una durata minima di 12 mesi. È prevista la possibilità di ottenere un contributo aggiuntivo pari a ulteriori 15.000 euro a fronte del raggiungimento dei seguenti obiettivi in termini di volumi di vendita all’estero: incremento del volume d’affari derivante da operazioni verso Paesi esteri registrato nel corso del 2018, ovvero nel corso del medesimo anno e fino al 31 marzo 2019, rispetto al volume d’affari derivante da operazioni verso Paesi esteri conseguito nel 2017, deve essere almeno pari al 15%;incidenza percentuale del volume d’affari derivante da operazioni verso Paesi esteri sul totale del volume d’affari, nel corso del 2018, ovvero nel corso del medesimo anno e fino al 31 marzo 2019, deve essere almeno pari al 6%.
 
BENEFICIARI
PMI (micro piccole e medie imprese), costituite in qualsiasi forma societaria e a Reti di imprese che non superino i parametri di cui alla Raccomandazione n. 2003/361/CE della Commissione del 6 maggio 2003 (limite di: 250 dipendenti effettivi, 50 €/ML di fatturato o 43 €/ML di totale bilancio), che siano in possesso dei seguenti requisiti:
 
  • Essere in stato di attività e risultare iscritte al Registro delle imprese.
  • Risultare in regola con il versamento dei contributi previdenziali.
  • Non essere in stato di scioglimento o liquidazione volontaria e non essere sottoposte a procedure concorsuali, come fallimento, liquidazione coatta amministrativa, concordato preventivo, amministrazione controllata o straordinaria.
  • Avere conseguito un importo dei ricavi delle vendite e delle prestazioni pari almeno a 500.000 euro, con riferimento all’ultimo esercizio contabile chiuso (tale requisito non è richiesto per le start up innovative). Per le reti d’imprese si fa riferimento alla somma dei fatturati.
  • Non aver beneficiato di un importo complessivo di aiuti DE MINIMIS che, unitamente all’importo delle agevolazioni concesse, determini il superamento del massimale di 200.000 euro di cui un’unica impresa può beneficiare da un singolo Stato membro come da articolo 3, par. 2 del Regolamento de minimis.
  • Non rientrare tra le imprese attive nei settori esclusi all’articolo 1 del Reg. de minimis, ad esempio imprese operanti nel settore della pesca e dell’acquacoltura.
  • Non aver ricevuto, per le spese in oggetto, altri contributi pubblici che si Configurino come aiuti di Stato, notificati ai sensi dell’articolo 108 del TFUE.
  • Non essere destinatari di sanzioni interdittive.
 
MODI E TEMPI
Le PMI che intendono beneficiare del Voucher potranno compilare la domanda on-line a partire dalle ore 10:00 del 21 novembre 2017.
Le domande completate e firmate digitalmente dovranno essere presentate esclusivamente online a partire dalle ore 10.00 del 28 novembre 2017 e fino al termine ultimo delle ore 16.00 del 1° dicembre 2017. 
 
La precompilazione della domanda viene accertata, una volta compiuti i seguenti passaggi:
  1. Immissione delle informazioni richieste per la compilazione della domanda (ALLEGATO 4), con particolare riferimento alla tipologia di voucher prescelto.
  2. Generazione del modulo in PDF immodificabile, contenente le informazioni e i dati forniti dal soggetto proponente e successiva apposizione della firma digitale.
  3. Caricamento della domanda firmata digitalmente e conseguente rilascio del “CODICE DI PREDISPOSIZIONE DELLA DOMANDA” necessario per l’invio della stessa.
 
ADEMPIMENTI (prima del 21 novembre)
 
  1. Carta nazionale dei servizi (firma digitale), necessaria per poter accedere alla procedura informatica. Previo accesso alla procedura informatica tramite la Carta nazionale dei servizi, il rappresentante legale del soggetto proponente, può conferire ad altro soggetto delegato il potere di rappresentanza per la presentazione della domanda di accesso alle agevolazioni.
  2. Firma digitale valida, la cui data di scadenza non deve incorrere nel periodo precedente a febbraio 2018, pena l’improcedibilità dell’iter di accesso alle agevolazioni.
  3. Possesso di una casella di posta elettronica certificata (PEC) attiva e la sua registrazione nel Registro delle imprese. La registrazione della PEC nel registro delle imprese è condizione essenziale ai fini della presentazione della domanda ed il suo accertamento è effettuato in modalità automatica dalla procedura informatica.
  4. Aggiornamento dei propri dati presso il Registro delle imprese. In fase di compilazione della domanda, la procedura informatica espone alcuni dati previsti all’allegato 4, acquisiti in modalità telematica dal Registro delle imprese. Pertanto il soggetto è tenuto a provvedere all’eventuale aggiornamento dei propri dati presso il Registro delle imprese.
  5. Essere in possesso dei dati aggiornati e validi del soggetto proponente:
-              Tipologia Soggetto proponente
-              Dimensione d’impresa (micro/piccola/media) (1)
-              Codice Fiscale (2)
-              Partita IVA
-              Denominazione
-              Forma giuridica
-              Codice attività prevalente (classificazione ATECO 2007)
-              Indirizzo Posta elettronica certificata PEC
  1. Essere in possesso dei dati aggiornati e validi del firmatario della domanda:
-              Dati anagrafici2
-              Codice fiscale2 
  1. Documento di autodichiarazione del “de minimis” certificato dal commercialista.
  2. Fotocopia del documento di identità fronte e retro.
 
Il Servizio Estero dell’Associazione è a vostra disposizione per eventuali chiarimenti.
 
 
 
                                                         
1             Ai sensi di quanto stabilito dalla Raccomandazione della Commissione europea 2003/361/CE del 6 maggio 2003, pubblicata sulla G.U.U.E. n. L 124 del 20 maggio 2003, recepita con D.M. del 18 aprile 2005, che sostituisce - a decorrere dal 1° gennaio 2005 - la Raccomandazione della Comunità europea 96/280/CE del 3 aprile 1996.
2             I documenti anagrafici (carta d’identità e codice fiscale) in scadenza entro febbraio 2018 devono essere immediatamente rinnovati per poter presentare la domanda di ottenimento del voucher.
 
 
 
Confimi Industria Monza Brianza - Viale Elvezia, 2 - 20900 Monza (MB), Italia - T +39 0399650018 - info@confimimb.it - C.F. 80023450168 - Cookie Policy

Torna in cima